L'uomo che se avesse lasciato le cose come stavano, avremmo campato lo stesso






Due cosucce veloci: restringendo il sugo ai minimi termini, ci troviamo davanti alla storia del protagonista di Up, solo un po' più burbero, tipo Clint Eastwood in Gran Torino, ma meno sboccato. L'end, senza essere definitivamente happy, ha comunque sapore di Tavernello: una cosa alla buona che accontenta tutti senza ubriacare nessuno. Certo: penna fluida, qualche passaggio più vivo degli altri, come blogger Backman non dev'essere niente male, ma si sa che tra un blog e un libro c'è di mezzo il mare, e allora ripassiamoci cosa recita la fascetta: “Se esistesse un premio per il libro più commovente dell’anno, questo romanzo l’avrebbe vinto”. 


Ecco: quando ho chiuso il libro e me la sono riletta, mi sono anche resa conto del perché gli americani continuino a incoraggiare la produzione di soap opere come Beautiful.

Nessun commento:

Posta un commento