Alla mia mammotta, ma anche a tutte le altre

[Dall'esergo de "La sincerità è un'inutile cattiveria", Roberto Delogu]

6 commenti:

  1. ho finalmente un nome ( esergo ) per indicare motti o citazionei oltre che qualcosa da aggiungere agli auguri alla mia mammotta. Grazie, Noce!:)

    RispondiElimina
  2. Le mammotte hanno sempre figlie con ricchi lessici e frasi ad hoc :D Bacioni giacy :)

    RispondiElimina
  3. Ciao Nocetta.
    Dici che devo attrezzarmi x i prossimi anni? ;)

    RispondiElimina
  4. E probabilmente lavare le mutande è stato anche il sacrificio minore :)

    RispondiElimina
  5. Chissà che avrebbe detto la mia se le avessi scritto una roba del genere! Oggi si è lamentata perché ieri mi sono limitata alla solita telefonata; se fossi andata, si sarebbe lamentata perché vado solo quando “si deve andare”. E non le è neppure toccato lavarmi le mutande negli ultimi 20 anni!!!
    A modo mio, le voglio tanto bene. Chissà se lo capisce la mia mammotta…

    RispondiElimina
  6. La tua mammotta assomiglia alla mia, e io a un riccio. La conclusione è presto detta: queste cose le dico solo qui e lei non le leggerà mai, ma spero che sia lei che la Mamma-valigiesogni in cuor loro sappiano che una frase del genere l'avremmo anche potuta scrivere noi. :)

    RispondiElimina